• Stampa

STATO DI EMERGENZA

NUBIFRAGIO SU VALCUVIA E VERBANO: REGUZZONI, “IMPEGNATO IL GOVERNO A DICHIARARE LO STATO DI EMERGENZA”
Il Governo ha accolto oggi un apposito ordine del giorno, presentato alla manovra, inerente il nubifragio che lo scorso 5 agosto ha colpito, in Provincia di Varese, otto Comuni dell’area compresa fra la Valcuvia e il Verbano, precisamente Brenta, Casalzuigno, Cittiglio, Cuveglio, Cuvio, Duno, Laveno Mombello e Rancio Valcuvia.

L’odg è stato presentato dall’onorevole Giancarlo Giorgetti come primo firmatario, dal capogruppo della Lega Nord alla Camera Marco Reguzzoni, dagli onorevoli Guido Dussin, Manuela Lanzarin, Walter Togni, Angelo Alessandri. “Con il provvedimento – ha spiegato proprio Reguzzoni – abbiamo impegnato il Governo a procedere alla dichiarazione dello stato di emergenza (ai sensi dell'articolo 5 della legge 24 febbraio 1992, n. 225) e ad assegnare, compatibilmente ai vincoli di finanza pubblica, le risorse finanziarie occorrenti per far fronte al risarcimento dei danni subiti da infrastrutture pubbliche e proprietà private”.
“Il nubifragio – ha continuato Reguzzoni – ha infatti causato ingenti danni ai citati Comuni, che sono stati interessati da eventi alluvionali, problemi alle reti viarie e ferroviarie, ai reticoli stradali, ai reticoli fognari e ai reticoli di scolo idrico dei versanti pedemontani, senza contare i seri problemi causati alle infrastrutture pubbliche e a numerose proprietà private. Basti pensare che il solo Comune di Laveno Mombello ha finora stimato in circa 1,5 milioni di euro i danni subiti”. Con un grande impegno da parte della nostra Protezione Civile, che ha effettuato decine e decine di interventi sul territorio.
Va ricordato che la vicenda descritta aveva già spinto il presidente dei deputati della Lega Nord a intervenire: nelle scorse settimane infatti, Marco Reguzzoni aveva presentato un’interrogazione ai ministri competenti, seguita da una risoluzione.